La società che gestisce il comprensorio sciistico di Serre Chevalier (SCV-Domaine Skiable) ha deciso di comunicare d’ora in poi le dimensioni del proprio territorio in ettari, dando così un’indicazione dello spazio totale offerto agli sciatori. 

Tale superficie è stata misura in modo preciso e convalidata dalla società KALIBLUE, organismo indipendente e riconosciuto, specializzato nella topografia terrestre e aerea (www.kaliblue.com).

La nozione di chilometraggio delle piste, per la quale esistono diversi metodi di calcolo utilizzati nelle stazioni sciistiche europee, non è quindi più usata a Serre Chevalier. La superficie del comprensorio sciistico segnalata, che comprende sia le piste da discesa che le piste di risalita in skilift (con l’esclusione dell’arva park e degli spazi slittino) è di 410 ettari.

La superficie totale del comprensorio, tenendo conto dei fuori pista, è stata inoltre definita e comprende i settori accessibili dalla sommità degli impianti di risalita e da cui è possibile ritornare per gravità con gli sci ai piedi nella stazione sciistica.

Tale superficie è di 3901 ettari pari a 39,01 km².

SCV-Domaine skiable ha deciso di rendere accessibili le caratteristiche dimensionali del proprio comprensorio sciistico e mette a disposizione, come download gratuito*, il file digitale dei dati che permette di visualizzare la proiezione dell’area occupata dal comprensorio sciistico. Tali dati sono stati elaborati per mezzo del software Geoconcept, leader nei sistemi informativi geografici. Sono utilizzabili con programmi ad ampia diffusione come Google Earth.

– Scarica Google Earth sul tuo PC, Mac o Linux

– Scarica il file KMZ del comprensorio e sovrapponilo alla tua interfaccia di Google Earth

– Infine, scarica il file KMZ delle superfici battute e sovrapponilo a quello del comprensorio. 

*Solo le piste da sci sono segnalate e protette dal servizio sulle piste, al di fuori di tale zona gli spazi non sono protetti e chi pratica gli sport invernali lo fa sotto la propria responsabilità. Un certo numero di regole preliminari devono essere applicate nella pratica del fuori pista, ovvero: consultare le previsioni meteorologiche, il rischio di valanghe, la praticabilità dell’itinerario, essere dotati e in grado di utilizzare un ARVA, una pala e una sonda… I soccorritori sulle piste sono a tua disposizione per fornirti informazioni e per aiutarti a usare i materiali di sicurezza. Anche le guide alpine e i maestri di sci possono permetterti di scoprire o di praticare il fuori pista in completa sicurezza.